lunedì, Giugno 17, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

La canzone del giorno, 29 settembre: “Off-line” di Paola Turci

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 29 settembre è la giornata mondiale del mare. Il 29 settembre è la data in cui, nel 1995, Nintendo rilascia in Europa la PlayStation, la propria prima console di videogiochi. Era il 29 settembre anche il giorno in cui, nel 1222, viene istituita l’Università degli Studi di Padova.

Musicalmente quella del 29 settembre è la data di compleanno di Loretta Goggi, cantante, imitatrice, conduttrice, attrice e showgirl completa che detiene anche il primato come prima donna ad aver condotto in solitaria il Festival di Sanremo. Candeline sulla torta anche per Nesli, artista capace di evolvere la propria musica passando dal rap al pop-rock, e per Raf, una delle colonne degli anni ’80 italiani in musica.

LA CANZONE:

Il 29 settembre 2017 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale di Paola Turci per il singolo Off-line. La canzone era il singolo che accompagnava la pubblicazione di una speciale versione dell’album d’inediti ‘Il secondo cuore’, un album speciale nella discografia della cantautrice romana che, proprio con questo progetto, tornava a vivere un nuovo periodo di grande successo.

Acquista qui il brano |

Off-line | Videoclip

Off-line | Testo

È così che ti ritrovi a camminare
Le tue ali barattate per due suole
Sui palazzi la pubblicità del mare
Che male
E così non ti ricordi dove andavi
Hai prestato le tue guance a qualcun altro
Ed hai certo più padroni tu che un cane
Cravatta o collare?

Come stai, come stai, come fanno i bambini a saltare sul letto
Tu che un letto soltanto lo disfi e lo fai
E lo sai, e lo sai non si diverte mai
L’elefante del circo
Così resti da parte felice e ricordi chi sei

Off-line, off-line, off-line
Off-line, off-line, off-line

È così che ti è sembrato di capire
Rispondevi meglio in terza elementare
Hai dimenticato il gioco del muretto
Dottore?
Come il tiro della prima sigaretta
L’incertezza nel toccare altri capelli
Pollicino ti ha lasciato molti sassi
Ma tu li hai persi

Come va, come va, trovi ancora dei muscoli sotto la giacca
O ti senti la tua carta d’identità?
Mentre guardi i papaveri lungo l’A6
E li trovi stupendi
Poi ti accorgi che chi sta piangendo non è il tuo papà, no

Off-line, off-line, off-line
Off-line, off-line, off-line

In questa notte accesa
Ho il cuore capovolto
Lo sento mentre grida e mi sembra tutto giusto
Aspetto l’uragano
Senza aspettarmi niente
Sentirmi il mio regalo, il mio capolavoro
È così che in qualche modo ci si trova
Come fosse il giorno dopo carnevale
E ho capito che quel segno della croce è il punto in cui chiedevo di virare
Non importa più nemmeno dove andavo
Ero in coda per ricevere un sorriso
Ma benedico gli occhi che non mi aspettavo e ringrazio il dolore di averti vicino

Off-line, off-line, off-line
Off-line, off-line, off-line
Off-line, off-line, off-line
Off-line, off-line, off-line

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Ilario Luisetto
Ilario Luisetto
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.