Tanti auguri al celebre cantautore pugliese che festeggia oggi il suo sessantesimo compleanno

Traguardo importante per Raffaele Riefoli, da tutti conosciuto come Raf, artista che in questi suoi trentacinque anni di attività musicale ha saputo coniugare la gentilezza della poesia con la leggerezza del pop. Per festeggiare insieme questo suo sessantesimo compleanno, abbiamo deciso di ripercorrere la sua carriera e di realizzare per voi un’apposita playlist con alcune delle canzoni più rappresentative del suo percorso, oltre che della sua essenza.

Nato il 29 settembre del 1959 a Margherita di Savoia, in Puglia, si appassiona alla musica sin da giovanissimo, militando in diversi gruppi dell’epoca, tra cui i Cafè Caracas. Dopo il fatale incontro con il produttore Giancarlo Bigazzi, con il quale instaurerà un prolifico sodalizio artistico, debutta come astro nascente della new wave italiana con il singolo “Self control”, seguito dall’omonimo fortunato album, cantato in inglese, che ottiene riscontri positivi a livello internazionale.

Il 1987 è l’anno della consacrazione, come autore vince il Festival di Sanremo co-firmando la celeberrima “Si può dare di più”, come cantante partecipa all’Eurofestival di Bruxelles con “Gente di mare”, in coppia con Umberto Tozzi, classificandosi al terzo posto. L’anno successivo debutta sul palco dell’Ariston con “Inevitabile follia”, brano che anticipa l’uscita del fortunato secondo progetto “Svegliarsi un anno fa”, questa volta interpretato interamente in italiano.

Alla kermesse canora prenderà parte per altre tre volte: nel 1989 con “Cosa resterà degli anni ‘80”, nel 1991 con “Oggi un Dio non ho” e nel 2015 con “Come una favola”, non ottenendo mai grandi posizioni in classifica, bensì riuscendo tuttavia a proporre sempre belle e valide canzoni. Trionfa e si aggiudica per ben due il Festivalbar, nel 1989 con “Ti pretendo” e nel 1993 con “Il battito animale”.

Tra le tante collaborazioni, segnaliamo i due prestigiosi duetti con Eros Ramazzotti (“Anche tu”) e Laura Pausini (“Mi rubi l’anima”). Vi lasciamo alla nostra speciale playlist delle canzoni che, secondo noi, hanno contribuito a rendere Raf uno dei più ispirati e prolifici protagonisti della musica leggera italiana.

60 canzoni per Raf | Playlist

  1. Self control (1984)
  2. Gente di mare con Umberto Tozzi (1987)
  3. Inevitabile follia (Sanremo 1988)
  4. Svegliarsi un anno fa (1988)
  5. Ti pretendo (1989)
  6. Cosa resterà degli anni ’80 (Sanremo 1989)
  7. Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è (1991)
  8. Anche tu con Eros Ramazzotti (1991)
  9. Interminatamente (1991)
  10. Malinverno (1991)
  11. Oggi un Dio non ho (Sanremo 1991)
  12. Il battito animale (1993)
  13. Cannibali (1993)
  14. Due (1993)
  15. Blu? (1993)
  16. Stai con me (1993)
  17. Mi rubi l’anima con Laura Pausini (1993)
  18. Sei la più bella del mondo (1995)
  19. Dentro ai tuoi occhi (1995)
  20. Io e te (1995)
  21. Il suono c’è (1995)
  22. Manifesto (1995)
  23. E’ quasi l’alba (1995)
  24. Prima che sia giorno (1995)
  25. Un grande salto (1996)
  26. Vita storie e pensieri di un alieno (1998)
  27. La danza della pioggia (1998)
  28. Little girl (1998)
  29. Infinito (2001)
  30. Via (2001)
  31. Iperbole (2001)
  32. Nei silenzi (2001)
  33. Oasi (2001)
  34. Superstiti (2004)
  35. In tutti i miei giorni (2004)
  36. Milioni di cose che non ti ho detto mai (2004)
  37. Aria di niente (2004)
  38. Dimentica (2006)
  39. Il nodo (2006)
  40. Acqua (2006)
  41. Nati ieri (2006)
  42. Salta più in alto (2006)
  43. Passeggeri distratti (2006)
  44. Non è mai un errore (2008)
  45. Ossigeno (2008)
  46. Ballo (2008)
  47. Per tutto il tempo (2009)
  48. Un’emozione inaspettata (2011)
  49. Il mio scenario (2011)
  50. Oltre di noi (2011)
  51. Senza cielo (2011)
  52. Mai del tutto (2011)
  53. Controsento (2011)
  54. Le ragioni del cuore (2012)
  55. In questa notte (2012)
  56. Come una favola (Sanremo 2015)
  57. Rimani tu (2015)
  58. Eclissi totale (2015)
  59. Arcobaleni (2015)
  60. Come una danza con Umberto Tozzi (2018)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.