8 gennaio - Introverso

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Giorno di lutto l’8 gennaio che alla storia è passato per aver segnato l’epilogo della vita di due grandissimi italiani nel mondo: Marco Polo (1324), che con i propri viaggi diffuse in occidente la conoscenza delle terre d’Oriente, e Galileo Galilei (1642), che tanto diede alla scienza moderna con la propria attività di ricerca che ha cambiato per sempre la pratica scientifica.

In Italia, proprio l’8 gennaio, ricorre il compleanno di Damiano David, ormai iconico leader dei Maneskin, oltre che di Paolo Simoni, raffinato cantautore che alla musica italiana ha già regalato preziose pagine di storia. Ma, sempre l’8 gennaio, è la data di nascita anche del grandissimo Elvis Presley e dell’iconico David Bowie che tanti altri artisti ha ispirato con la propria attività creativa oltre che con la propria immagine.

LA CANZONE:

E’ l’8 gennaio 2016 quando Introverso di Chiara dello Iacovo arriva in rotazione radiofonica anticipando i tempi che, da lì a qualche settimana, avrebbero visto arrivare questo brano sul palco del Festival di Sanremo per la categoria delle Nuove Proposte dove avrebbe ottenuto il secondo posto dietro al vincitore Francesco Gabbani, quell’anno in gara con la sua celebre ‘Amen’.

“Introverso non ha paura di venire giudicato leggero, perché anche se sorride è ben conscio della sua radicata verità” dichiarava Chiara presentando una canzone che rifletteva attorno a chi costantemente si ritrova a “dover svendere la tua integrità” “prendere opinioni in affitto”.

Acquista qui il brano |

Introverso | Videoclip

Introverso | Testo

È tutto sterile ed asettico
Dentro a questo imballaggio plastico
Dove le bombole di ossigeno
Son razionate più del merito
Non basta un bel discorso
Per ritenerti assolto
Non basta un documento per assumere un’identità
È tutto stabile e dinamico
Dentro a questo ingranaggio cosmico
Che lo ritrovo fra le costole
A controllare ogni mio batttito non troov un percorso
Che mi stia bene addosso
Ed in realtà io non lo so se ne ho davvero bisogno
Me l’hai messo soltamente tu
Intro-dentro verso giusto opposto
Ma quando ti ricapita di stare zitto
E smetterla di prendere opinioni in affitto
Intro-verso così mi riconosco in me
E senza doverlo dimostrare
Senza doverlo dimostrare a te
Sono rinchiusa dentro al cellophan
Con le mie valvole che scoppiano
E la pressione tesa al massimo
Comprime il mio pensiero critico
Non serve proprio a niente
Giocare sotto banco
Ma non sei ancora stanco
Di dover svendere la tua attività
Intro-dentro verso giusto opposto
Ma quando ti ricapita di stare zitto
E smetterla di prendere opinioni in affito
Intro-verso così mi riconosco in me
E senza doverlo dimostrare
Senza doverlo dimostrare
Senza doverlo dimostrare
Intro-verso, non c’è giusto opposto
Ma quando ti ricapita di stare zitto
E smetterla di prendere opinioni in affito
Intro-verso così mi riconosco in me
E senza doverlo dimostrare a te
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Di Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *