Il cantautore romano torna a parlare d’amore con una nuova ed intesa versione del brano ‘Il senso di ogni cosa’

Fabrizio Moro è un artista da sempre molto attivo, con numerosi progetti alle spalle e con parecchie idee già sul futuro, un nuovo progetto discografico che vedrà luce entro il prossimo autunno e tante altre sorprese (anche non direttamente collegate alla musica) sulle quali non ha mai nascosto di essere al lavoro, tra le quali anche la scrittura di un film. Intanto però, Moro ha scelto di regalare ai propri fan una nuova ed inedita versione del brano Il senso di ogni cosa, pubblicato nell’ormai lontano 2009 all’interno dell’EP Barabba e qui riproposto in una veste completamente nuova.

Il singolo, prodotto dal cantante insieme a Diego Calvetti, in questa nuova versione viene proposto con un arrangiamento quasi minimale che parte con piano e voce per poi aprisi man mano dalla seconda strofa in poi con l’aggiunta di chitarra acustica ed archi. Fabrizio Moro abbandona in questo caso le sofisticherie elettroniche scelte per i suoi ultimi lavori discografici e punta tutto sull’emozione, proponendosi al suo pubblico in una delle sue forme migliori. Parla d’amore e lo fa con una semplicità struggente, libera e sincera, dimostrando appieno la sua abilità nel riuscire a passare da argomenti e mondi completamente differenti senza perdere le verve creativa e soprattutto la sua essenza poetica.

Moro, che nella sua carriera ha narrato con abilità la vita, la rabbia e numerose volte è riuscito a trattare temi sociali delicati senza banalità, si ritrova qui di nuovo a parlare dell’amore nella sua forma più universale. “Il senso di ogni cosa”, come ripreso nel video girato dallo stesso cantautore insieme ad Alessio de Leonardis, per l’ascoltatore prende così le sembianze di qualcuno di veramente importante, che sia un figlio, un amico, un compagno o un’amante.

Il testo è semplice e diretto, ma colpisce proprio per questo, il cantante romano ammette di poter fare a meno di tante cose ma non di quel “te” che alla fine del racconto rappresenta il fulcro centrale e verso il quale, nel bene e nel male, tutto sembra ruotare intorno. La formula scelta alla fine risulta un colpo vincente anche e soprattutto dal punto di vista sonoro, visto che questa versione ha il merito di superare per qualità anche la precedente, emozionando grazie al riconoscibilissimo timbro di Moro, che si dimostra ancora una volta uno dei cantautori più ispirati nel panorama della musica pop italiana.

Tra tante parolone e testi super criptici, la poetica di Fabrizio Moro risulta come la dimostrazione del fatto che, come i più grandi cantautori, la scelta e l’abilità di riuscire a parlare di emozioni complesse con parole semplici, sia il tratto distintivo più importante per arrivare al cuore della gente.

Acquista qui il brano |

Il senso di ogni cosa | Testo

Posso fare a meno dei milioni
tanto portano solo problemi
ma non posso fare a meno del vino
non amando troppo gli schemi

Posso fare a meno di un motore
è troppo bello camminare
posso fare a meno di sapere

perché spesso preferisco immaginare

Ma che dire, che fare
quando io io non posso fare a meno di te
che sei l’infinito tra i miei desideri
la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa che c’è

Posso fare a meno del silenzio
preferisco comunicare
posso fare a meno di un partito
tanto il pane me lo devo guadagnare

Ma che dire, che fare
quando io io non posso fare a meno di te
che sei l’infinito tra i miei desideri

la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa

Per te che sei l’infinito tra i miei desideri
la la
tu che sei il sogno più grande tra i sogni più veri
e questa canzone
che gira e rigira la dedico a te
il mio unico amore
il senso di ogni cosa che c’è

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Di Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.