2 aprile

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 2 aprile è la giornata internazionale del libro per ragazzi. Era il 2 aprile quando, nel 1948, il Congresso degli Stati Uniti d’America approvava il Piano Marshall per gli aiuti economici all’Europa occidentale nel secondo dopoguerra e quando, nel 2005, si spegneva in Vaticano il pontefice Giovanni Paolo II.

Musicalmente quella del 2 aprile è la data che ricorda il compleanno di Silvia Salemi. Artista, conduttrice televisiva e radiofonica e cantautrice di spessore è identificata dal grande pubblico come colei che propose sul palco del Festival di Sanremo la celebre ‘A casa di Luca’.

LA CANZONE:

Il 2 aprile 2009 arrivava in rotazione radiofonica l’allora nascente voce di Alessandra Amoroso per un’inedita Arrivi tu che era andata ad arricchire il suo primo vero e proprio album, ‘Senza nuvole’, dopo il debutto ad ‘Amici’.

Caratterizzata dalla scrittura pop-melodica della coppia di Federica Camba e Daniele Coro, la canzone si rivelava essere un manifesto perfetto del sentimento dell’amore. Grazie al gioco del destino due anime s’incontrano e, come sottolineava una voce particolare timbricamente come quella di Alessandra, “raggiungono la strada che li illumina d’immenso”.

Acquista qui il brano |

Arrivi tu | Videoclip

Arrivi tu | Testo

Sei un continente ancora da scoprire
Un’occasione che deve arrivare
La medicina che ci può salvare
La casa nuova che vorrei comprare
Sei una catena che si può spezzare
L’incomprensione che si può chiarire
Un viaggio intercontinentale
Un’abitudine da disegnare
Se solo io potessi inventarti un giorno
Se solo tu potessi innamorarti di me
è il tuo cammino a volte che ti viene incontro
In quelle cose già decise dove io mi aspetto te

La coincidenza ci farà incontrare
E chiamalo destino quel percorso naturale
Che due puntini dentro l’universo
Raggiungono la strada che li illumina d’immenso

La confidenza mischierà le carte
Da non capire mai qual è il punto di confine
E non saper distinguere il tuo corpo
Dove finisci tu, comincio io
E questo è il senso di un momento già perfetto
è questo il punto da cui inizia tutto quanto
Arrivi tu

Sei un letto fresco in cui poter dormire
E quel pensiero fatto per peccare
Un’altra lettera da non spedire
Un piatto comodo da cucinare
Se solo io potessi inventarti un giorno
Se solo tu potessi innamorarti di me
è il tuo cammino a volte che ti viene incontro
In quelle cose già decise dove io mi aspetto te

La coincidenza ci farà incontrare
E chiamalo destino quel percorso naturale
Che due puntini dentro l’universo
Raggiungono la strada che li illumina d’immenso
La confidenza mischierà le carte
Da non capire mai qual è il punto di confine
E non saper distinguere il tuo corpo
Dove finisci tu comincio io
Questo è il senso di un momento già perfetto
è questo il punto da cui inizia tutto quanto
Arrivi tu

Sei un bambino a cui devo insegnare
Le cose base prima di partire
Sei un continente ancora da scoprire
Un’occasione che deve arrivare

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.