Musicultura 2021

Dal 19 marzo riparte ufficialmente la macchina organizzativa della kermesse, giunta al suo 32esimo anno di vita

Dopo il record di iscrizioni, con oltre 1.000 artisti in gioco e i tre mesi dedicati all’ascolto delle 2.126 canzoni in concorso, il Festival della Canzone Popolare e d’Autore Italiana di Musicultura riapre i battenti, riaccendendo i riflettori della musica dal vivo. Dal 19 al 28 marzo, i 63 artisti selezionati si esibiranno dal vivo, nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19, al Teatro Lauro Rossi di Macerata, di fronte alla giuria di Musicultura e in diretta streaming sui canali social del Festival, con inizio programmato alle ore 21.00.

Le dieci serate vedranno esibirsi 12 band e 51 solisti, di cui 23 ragazze e 28 ragazzi, rigorosamente tutti autori ed interpreti delle proprie canzoni. Ciascun artista proporrà due canzoni, per farsi conoscere al meglio davanti alla commissione e agli spettatori collegati. Nel corso della maratona musicale, il pubblico potrà votare da casa la proposta artistica preferita, alla quale sarà assegnata la Targa Banca Macerata. Al termine delle audizioni, Musicultura designerà quindici finalisti, il sedicesimo sarà indicato dalle giurie universitarie.

Otto saranno poi i vincitori, due eletti dal pubblico dei social, i rimanenti sei scelti dal prestigioso Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura, composto da: Claudio Baglioni, Brunori Sas, Diego Bianchi, Francesco Bianconi, Luca Carboni, Francesca Archibugi, Enzo Avitabile, Alessandro Carrera, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Frankie hi-nrg mc, Giorgia, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Antonio Rezza, Vasco Rossi, Ron, Enrico Ruggeri, Tosca, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Riccardo Zanotti.

Il lungo cammino di Musicultura 2021 terminerà a giugno, nella settimana tra il 14 e il 19, quando nel centro storico di Macerata si dissemineranno i variegati appuntamenti della Controra e lo Sferisterio ospiterà le serate conclusive del festival, con gli otto vincitori del concorso in veste di protagonisti sul palco assieme ad ospiti prestigiosi nazionali ed internazionali. Lì conosceremo il nome del vincitore assoluto della XXXII edizione, decretato dal pubblico, al quale andranno i 20.000 euro del Premio Banca Macerata. Non ci resta che augurare a tutti i partecipanti: buona musica!

Musicultura 2021

Musicultura 2021 | La lista dei 63 artisti in gara

  1. Assurditè
  2. Niccolò Battisti
  3. Francesco Bottai
  4. Brugnano
  5. Buva
  6. Calmo
  7. Canarie
  8. Elvira Caobelli
  9. Caravaggio
  10. Caterina
  11. Ciao sono Vale
  12. Carlo Corallo
  13. Cranìa
  14. Giulia Dagani
  15. Dealer
  16. Raffaella Destefano
  17. Disegni
  18. Donix
  19. Elasi
  20. Endimion
  21. Epo
  22. Beppe Gambetta
  23. Gaia Gentile
  24. Marcello Gori
  25. Kalascima
  26. Kama
  27. Henna
  28. Il Generatore Di Tensione
  29. Ill Aereo
  30. L’Avvocato dei Santi
  31. La Tarma
  32. Le Feste Antonacci
  33. Lorenzo Lepore
  34. Logo
  35. Luk
  36. Maria Forte
  37. Miglio
  38. Mille
  39. Francesca Miola
  40. Mr. T-Bone
  41. Paola Munda
  42. Gabriele Mvsa
  43. Emanuele Patti
  44. Francesca Romana Perrotta
  45. Persimale
  46. Laura Pizzarelli
  47. Lorenzo Pucci
  48. Queen Of Saba
  49. Sara Rados
  50. Diego Rivera
  51. Room6
  52. Alan Rossi
  53. Ruggero
  54. Claudia Salvini
  55. Francesca Sarasso
  56. Sesto
  57. Sixteen
  58. Sudestrada
  59. Tananai
  60. The Jab
  61. The Pax Side Of The Moon
  62. Giulia Ventisette
  63. Ziliani
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.