Sanremo 2002, viaggio nella storia del Festival

Torna Baudo e il suo collaudato format protagonista degli anni ’90. Si affermano Alexia e Anna Tatangelo, al terzo tentativo consecutivo trionfano i Matia Bazar

sanremo2002 - PresentatoriLa cinquantaduesima edizione del Festival della canzone italiana, in scena al Teatro Ariston di Sanremo dal 5 al 9 marzo del 2002, è stata condotta da Pippo Baudo, che ritorna dopo sei anni dalla sua ultima conduzione, affiancato per l’occasione dalle attrici Manuela Arcuri e Vittoria Belvedere. Trentasei le canzoni in gara, come al solito suddivise nelle due categorie “Campioni” e “Nuove Proposte”. Tra i big al debutto segnaliamo i nomi di Alexia, le Lollipop, Luisa Corna e Alessandro Safina, mentre tra il ritorno dei veterani ricordiamo Gino Paoli, Patty Pravo, Enrico Ruggeri, Loredana Bertè, Francesco Renga, Gianluca Grignani, Daniele Silvestri, Michele Zarrillo, Fausto Leali, Mariella Nava, Fiordaliso, Mino Reitano, Nino D’Angelo, Filippa Giordano, i Gazosa, i Timoria e i Matia Bazar, sul gradino più alto del podio con “Messaggio d’amore”.

Tra le Nuove Proposte, invece, spiccano le presenze di Valentina Giovagnini, Gianni Fiorellino, Simone Patrizi, Daniele Vit, i 78 Bit, Andrea Febo, i Dual Gang, gli Archinuè, i Giuliodorme, La Sintesi, Botero, i Plastico, gli Offside, Giacomo Celentano, Marco Morandi e la vincitrice Anna Tatangelo, detentrice del titolo con “Doppiamente fragili”. Numerosi gli ospiti internazionali in questa prolifica annata: da Alicia Keys a Britney Spears, passando per Shakira, Kylie Minogue, Anastacia, le Destiny’s Child, i The Cranberriesm Michael Bolton, Alanis Morissette, Gabrielle, i The Corrs, Sarah Connor e Paulina Rubio.

Top e Flop di Sanremo 2002

Top
1. Daniele Silvestri  – “Salirò”
2. Alexia – “Dimmi come”  
3. Francesco Renga – “Tracce di te”     

Flop
1. Lollipop  – “Batte forte”
2. Giacomo Celentano – “You and me”
3. La Sintesi – “Ho mangiato la mia ragazza”

Sanremo 2002 - Anna TatangeloAd imporsi nelle classifiche di vendita all’indomani dalla kermesse, oltre alle canzoni vincitrici “Messaggio d’amore” dei Matia Bazar nei big e “Doppiamente fragili” di Anna Tatangelo tra i giovani, saranno soprattutto Salirò di Daniele Silvestri e “Dimmi come” di Alexia, due brani che dominano le classifiche per intere settimane. Tra gli altri brani di successo di questa edizione, ricordiamo: “Tracce di te” di Francesco Renga, Il cuore mio di Mariella Nava, “Un altro amore” di Gino Paoli, “Primavera a Sarajevo” di Enrico Ruggeri, “Dimmi che mi ami” di Loredana Bertè, L’immenso di Patty Pravo, “Ora che ho bisogno di te della coppia composta da Fausto Leali e Luisa Corna, Gli angeli di Michele Zarrillo, “Lacrime dalla luna” di Gianluca Grignani, “Marì” di Nino D’Angelo, “La mia canzone” di Mino Reitano, Sarà la primavera dei Dual Gang e Il passo silenzioso della neve dell’indimenticata Valentina Giovagnini.

LE CONCLUSIONI DEL DIRETTORE

Dopo un’edizione non esattamente fortunata dal punto di vista degli ascolti televisivi alla guida del Festival di Sanremo per l’edizione del 2002 viene richiamato alla guida della kermesse Pippo Baudo, finito a Mediaset nel 1997. Il ritorno del presentatore siciliano alla direzione artistica combacia con un ritrovato successo, non solo musicale ma anche televisivo, della gara canora che trae nuova linfa dalla ritrovata centralità delle Nuove Proposte e dalla proposta di un cast musicale più eterogeneo e vario in grado d’incontrare il gusto del vasto pubblico. Vince la classicità e la tradizione eterea dei Matia Bazar guidati dalla sinfonica ed ancestrale voce di Silvia Mezzanotte ma spopola il ritmo dance e sostenuto di Alexia e Daniele Silvestri.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.