Sanremo

Le canzoni del Festival di Sanremo che meritano di essere riascoltate

Nono appuntamento con “Aspettando Sanremo“, il nostro personale viaggio attraverso le canzoni del Festival di Sanremo che, secondo noi, andrebbero riascoltate. Ecco le dieci canzoni selezionate per questa settimana:

01) Pino Donaggio / Jody Miller – Io che non vivo (senza te) (1965)

Pino Donaggio partecipò in gara al Festival di Sanremo del 1965 con “Io che non vivo (senza te)“. Il brano, proposto in abbinamento con la cantautrice folk americana Jody Miller, giunse in finale e si classificò al 2° posto, a pari merito con tutte le altre canzoni giunte in finale. Il brano ebbe un successo enorme, vendendo oltre 80 milioni di dischi in tutto il mondo. Tra le cover di questo brano, segnaliamo la versione di Francesco Renga del 2010.

02) Nicola Di Bari / Ricchi e Poveri – La prima cosa bella (1970)

La prima cosa bella” è il brano che venne presentato per la prima volta al Festival di Sanremo 1970 da Nicola Di Bari e dai Ricchi e Poveri. Scritta dallo stesso cantautore pugliese, la canzone riuscì a raggiungere il 2° posto della classifica finale e ad avere un ottimo riscontro nelle vendite in entrambe le versioni proposte. Nel 2010 Malika Ayane ha regalato ulteriore successo al brano proponendo una sua personale cover che fece da colonna sonora all’omonimo film di Paolo Virzì.

03) Riccardo Fogli – Storie di tutti i giorni (1982)

Nel 1982, Riccardo Fogli torna in gara al Festival di Sanremo per proporre in gara “Storie di tutti i giorni” grazie al quale il cantautore riuscì a vincere per la prima ed unica volta in carriera la celebre competizione canora ligure.

04) Amedeo Minghi & Mietta – Vattene amore (1990)

Duetto di successo quello di Amedeo Minghi e la giovane Mietta che nel 1990 presentarono in gara al Festival la celebre “Vattene amore“. Il brano, inizialmente proposto alla commissione in versione singola dalla cantante pugliese, venne poi presentato ufficialmente in forma di duetto con il suo autore Minghi. La canzone si posizionò al 3° posto della classifica finale sanremese ma raggiunse la vetta delle vendite italiane, diventando un brano simbolo della musica leggera italiana e della kermesse stessa.

05) Ivana Spagna – Gente come noi (1995)

Dopo i successi internazionali degli anni precedenti, Ivana Spagna partecipa per la prima volta in gara al Festival di Sanremo nel 1995 con il brano “Gente come noi“, anticipatore del suo debutto in lingua italiana con l’album di successo “Siamo in due“. Il brano si posizionò al 3° posto della classifica finale che vide vincere Giorgia e la sua “Come saprei“.

06) Alexia – Dimmi come… (2002)

Come nel caso di Ivana Spagna, anche per Alexia il Festival di Sanremo ha rappresentato la giusta vetrina per dare una nuova direzione alla carriera musicale, debuttando in italiano, nel 2002, con il singolo “Dimmi come…“. Il brano si è posizionato al 2° posto ed ha avuto un ottimo riscontro post-Sanremo, diventando un vero e proprio tormentone. Alexia ha poi avuto la sua rivincita presentandosi nuovamente al Festival l’anno seguente e riuscendo, questa volta, a vincere la competizione.

07) Mario Venuti & Arancia Sonora – Un altro posto nel mondo (2006)

Un altro posto nel mondo” è il singolo che venne proposto da Mario Venuti, per l’occasione accompagnato dagli Arancia Sonora, al Festival di Sanremo del 2006 nella categoria Gruppi. Il brano venne eliminato durante la seconda serata del Festival ma è diventato nel tempo uno dei cavalli di battaglia del cantautore che si è sempre mosso tra pop e qualità.

08) Perturbazione – L’unica (2014)

Nel 2014 Fabio Fazio decise di rischiare proponendo un cast di qualità ma poco mainstream. Tra le scommesse vinte vi è sicuramente la partecipazione in gara di una delle band indipendenti più interessanti, apripista di quella che poi è diventata la scena indie attuale. I Perturbazione proposero in gara “L’unica” che si posizionò al 6° posto e diede la possibilità alla band torinese di farsi conoscere ad un pubblico più ampio.

09) Mirkoeilcane – Stiamo tutti bene (2018)

Tra i giovani del Festival di Sanremo 2018, oltre al vincitore Ultimo che proprio da lì diede inizio ad una carriera sempre più importante, vi era il cantautore Mirkoeilcane. Il brano proposto, “Stiamo tutti bene“, parla della triste storia dei migranti prigionieri su un gommone ed il racconto viene fatto dagli occhi di un bambino di nome Mario. La canzone, dal forte impatto emotivo, si classificò al 2° posto (proprio dietro Ultimo) e vinse il Premio della Critica Mia Martini.

10) Levante – Tikibombom (2020)

Per la sua prima volta al Festival di Sanremo, nel 2020, Levante ha deciso di portare un brano impegnato e molto attuale. “Tikibombom” è una canzone dedicata ai diversi, ai solitari, ai figli di un Dio minore. L’invito è quindi quello di non lasciarsi abbattere e di difendere la diversità come un valore. Bisogna essere vento e mai bandiera. Il brano si è posizionato al 13° posto della classifica finale.

Le puntate precedenti puoi trovarle qui (parte 1), qui (parte 2), qui (parte 3), qui (parte 4), qui (parte 5), qui (parte 6), qui (parte 7) e qui (parte 8).

Ascolta la nostra playlist su Spotify:

The following two tabs change content below.

Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

By Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.