Valerio Scanu, dieci anni dal suo primo omonimo album

Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Dopo aver parlato di Senza nuvole di Alessandra Amoroso, Barabba di Fabrizio Moro, Ali e radici di Eros Ramazzotti, Musiche ribelli di Luca Carboni, Sincerità di Arisa, La forza mia di Marco Carta e Sulla mia pelle di Noemi, tra le opere musicali che proprio quest’anno festeggiano dieci anni di vita troviamo il primo omonimo album di Valerio Scanu (qui la nostra recente intervista) prodotto da Charlie Rapino e pubblicato il 16 ottobre del 2009.

Reduce dal successo della sua partecipazione all’ottava edizione di “Amici”, dove si è classificato al secondo posto, e dai buoni risultati del suo Ep di debutto, intitolato “Sentimento”, l’artista sardo sfodera tutto il proprio talento vocale e la sua riconosciuta notevole estensione in queste sette tracce carica di pathos, alternando atmosfere pop a suggestioni soul. A trascinare l’intero lavoro è stato il singolo “Ricordati di noi”, uno dei pezzi più belli incisi dall’interprete, firmato per lui da Bungaro e Saverio Grandi.

Due le cover presenti in scaletta: “Esisti tu” di Alan Sorrenti e Could it be magic” di Barry Manilow, canzone reinterpretata nel tempo da svariati artisti, tra cui Donna Summer e i Take That. Interessante la versione italiana di “Erase” di Mika, adattata da Emanuele Asti e rinominata “Cancellalo amore”. Splendono di luce propria anche “Polvere di stelle” e “Lacrima”, altri due tasselli importanti di questo progetto che porterà, di lì a poco, al debutto di Valerio Scanu sul palco dell’Ariston di Sanremo 2010, in gara con un brano firmato da Pierdavide Carone intitolato “Per tutte le volte che”. Il resto è storia.

Acquista qui il brano |

Valerio Scanu | Tracklist e stelline

  1. Lacrima
    (Emanuele Asti)
  2. Ricordati di noi
    (Saverio Grandi, Bungaro)
  3. Dicono ke 6 1 stupida
    (Emanuele Asti)
  4. Polvere di stelle
    (Federica Camba, Daniele Coro)
  5. Esisti tu
    (Alan Sorrenti, Matteo Saggese)
  6. Cancellalo amore
    (Michael Holbrook, Desmond Child, J David Marr, Emanuele Asti)
  7. Could it be magic
    (Barry Manilow, Adrienne Anderson)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.