Almanacco musicale del 7 settembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 7 settembre

1939 – Nasce a Fiesole il cantante Riccardo Del Turco
1943 – Nasce a Pignataro Maggiore il cantante Mauro Buongiovanni, alias Mario Tessuto
1964 – Nasce a Pinerolo Vitale Bonino, alias Bunna, frontman degli Africa Unite
1967 – Adriano Celentano è primo in classifica con “Azzurro”
1976 – Gianni Bella vince il Festivalbar con “Non si può morire dentro”
1982 – Mia Martini rilascia l’album “Quante volte… ho contato le stelle”
1985 – I Righeira vincono il Festivalbar con “L’estate sta finendo”
1993 – Raf vince il Festivalbar con “Il battito animale”
2001 – Tiziano Ferro è primo in classifica con “Xdono”
2005 – Ci lascia il cantautore Sergio Endrigo*
2007 – Max Pezzali lancia il singolo “Sei fantastica”
2007 – Cristina Donà rilascia il disco “La quinta stagione”
2009 – Noemi e Fiorella Mannoia sono prime in classifica con “L’amore si odia”
2010 – Fabri Fibra pubblica l’album “Controcultura”
2012 – Il Cile incide “Siamo morti a vent’anni”
2012 – Marco Carta lancia Necessità lunatica
2013 – Alex Britti lancia “Bene così”
2015 – Io ti aspetto di Marco Mengoni è in vetta su EarOne
2016 – Jovanotti è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Ragazza magica”
2017 – Roberta Bonanno pubblica “Le cose più belle”
2017 – Samuel incide il singolo “La luna piena”

*Il personaggio del giorno: Sergio Endrigo

Sergio EndrigoSono trascorsi tredici anni dalla scomparsa di Sergio Endrigo, cantautore italiano tra i più importanti interpreti dello scenario anni ’60-’70, protagonista di un favoloso triennio al Festival di Sanremo, che lo ha visto classificarsi primo nel 1968 con “Canzone per te”, secondo nel 1969 con “Lontano dagli occhi” e terzo nel 1970 con “L’arca di Noè”. Nel corso della sua straordinaria carriera ha collaborato con scrittori e poeti del calibro di Gianni Rodari, Pier Paolo Pasolini, Vinicius de Moraes e Giuseppe Ungaretti, oltre a prestigiosi musicisti come Toquinho e Luis Bacalov. Tra i pezzi che arricchiscono il suo repertorio, ricordiamo: “Io che amo solo te”, “Dove credi di andare”, “Ci vuole un fiore”, “Quando c’era il mare” e “Canzone italiana”.

**La canzone del giorno: L’amore si odia

 “…Vieni qua, vieni qua, che ti dovevo dire
tutte quelle cose che, cose che non hai voluto
sentire, soffrire, godere o finire
vieni qua, vieni qua, sempre la stessa storia
un equilibrio instabile, instabile
che crolla al vento di una nuova gloria, l’amore si odia

Ah, se fosse così facile
ah, se fosse ancora innamorato di me

Ed ogni petalo sai, si finge di essere una rosa
per ogni goccia vorrei, diluvio sopra ogni cosa
ma tu non meriti più un battito di questa vita
per tutto quello che conta, se conta, sei come colla tra le dita

Vieni qua, vieni qua, io ti volevo bene
ma riparlarne è inutile, inutile,
non ha più senso pensarti
capire, provare o sparire
vieni qua, vieni qua, le solite parole
di un sentimento fragile, fragile,
come l’asfalto consuma la suola, l’amore si odia

Ah, se fosse tutto facile
ah, se fosse ancora innamorata di te

Ed ogni petalo sai, si finge di essere una rosa
per ogni goccia vorrei, diluvio sopra ogni cosa
ma tu non meriti più un battito di questa vita
per tutto quello che conta, se conta, sei come colla tra le dita

Ed ogni petalo sai, si finge di essere una rosa
per ogni goccia vorrei, diluvio sopra ogni cosa
ma tu non meriti più un battito di questa vita
per tutto quello che conta, se conta,
sei la mia impronta sulle dita…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.