Almanacco musicale del 15 settembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 15 settembre

1957 – Nasce a Torino il cantante Marco Carena
1961 – Nasce a Napoli il paroliere Vincenzo D’Agostino
1969 – Nasce a Catania il cantante Orazio Grillo, alias Brando*
1972 – Mia Martini rilascia il singolo “Donna sola”
1976 – Nino D’Angelo lancia il suo primo album “A storia mia (O scippo)”
1998 – I Gemelli DiVersi e Jenny B incidono “Un attimo ancora”
2000 – Laura Pausini pubblica il disco “Tra te e il mare”
2004 – Zucchero vince il Festivalbar con “Il grande Baboomba”
2005 – Eros Ramazzotti lancia il singolo “La nostra vita”
2006 – Ivano Fossati rilascia l’album “Ho sognato una strada”
2008 – Ci lascia il cantautore Stefano Rosso
2011 – Mango lancia “La terra degli aquiloni”
2012 – Biagio Antonacci pubblica il singolo “Insieme finire”
2013 – Jovanotti è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Estate”
2015 – “A modo tuo” di Ligabue è in vetta su EarOne
2016 – Briga incide “Mentre nasce l’aurora”
2017 – Gianna Nannini rilascia “Fenomenale”**

*Il personaggio del giorno: Brando

brandoQuarantanove candeline sulla torta per Orazio Grillo, pubblicamente noto con lo pseudonimo di Brando, cantautore, musicista e produttore siciliano che, nel corso della sua trentennale carriera, ha inciso sette album da solista e prodotto numerosi progetti discografici per altri colleghi, tra cui spiccano “Viva i romantici” dei Modà, “La mia città” di Edoardo Bennato, “Schiena” di Emma Marrone “Se fossi un angelo” di Alice Paba e gli ultimi dischi di Nesli, “Andrà tutto bene” e “Kill Karma”.

**La canzone del giorno: Fenomenale

 “…Stanotte io non vengo e resto a casa
che non ho voglia di uscire
ballo in mutande ingannerò l’attesa
di un nostro incontro con un gelato all’amarena
quello che ieri dalla mia schiena hai soffiato via
e non è colpa tua né colpa mia

Se quando ci vediamo siamo due animali
non ci si prende per le mani
e la tua lingua taglia il cielo
per le mie gambe aeroplani
e dimmi com’è
che non riesco più a stare sola
incrocerò il tuo sguardo
per dirti ancora
che voglio solo perdermi dentro di te
e camminare dentro questo amore
che è una linea di confine
voglio calpestarti il cuore
vedere come va a finire
se sono più brava io a sbagliare
oppure tu a mentire

Fenomenale
tutto questo è una pazzia
fenomenale
tutto questo è una pazzia
fenomenale
fenomenale

Stavolta c’è qualcosa che non so spiegare
ma so già che finirà male
che le teste poi si piegano a ciò che i corpi sanno fare
e io che non vado mai a tempo
e tu che ami la poesia
ma non è colpa tua né colpa mia
io voglio solo perdermi dentro di te
e camminare dentro questo amore
che è una linea di confine
voglio calpestarti il cuore
vedere come va a finire
se son più brava io a sbagliare
oppure tu a mentire

Fenomenale tutto questo è una pazzia
fenomenale
tutto questo è una pazzia
fenomenale
tutto questo è una pazzia
fenomenale
fenomenale
fenomenale
fenomenale
fenomenale
fenomenale
fenomenale
fenomenale
tutto questo è una pazzia…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.