Sanremo
 Le canzoni del Festival di Sanremo che meritano di essere riascoltate

Continua il nostro viaggio attraverso le canzoni del Festival di Sanremo che, secondo noi, andrebbero riascoltate. Ecco le dieci canzoni selezionate per il diciannovesimo appuntamento di “Aspettando Sanremo“:

01) Don Backy / Johnny Dorelli – L’immensità (1967)

Nel 1967 il cantautore Don Backy ha esordito al Festival di Sanremo con la sua “L’immensità“, presentata in gara in coppia abbinata con il già vincitore Johnny Dorelli. Il brano si è posizionato al 9° posto della classifica finale ed ha avuto un enorme successo in entrambe le versioni. Negli anni, la canzone è stata proposta diverse volte da tanti artisti, tra i quali Mina, Negramaro, Gianna Nannini, Francesco Renga e Il Volo.

02) Roberto Vecchioni – L’uomo che si gioca il cielo a dadi (1973)

L’uomo che si gioca il cielo a dadi” è il titolo del brano che ha segnato il debutto sanremese del cantautore/professore Roberto Vecchioni nel 1973. La canzone si è posizionata al 7° posto. Il cantautore è tornato nuovamente in gara dopo quasi quarant’anni risultando vincitore con “Chiamami ancora amore“.

03) Luis Miguel – Noi, ragazzi di oggi (1985)

Il cantante messicano Luis Miguel, appena quindicenne, ha partecipato al Festival di Sanremo del 1985 con “Noi, ragazzi di oggi“. Il brano si è posizionato al 2° posto, alle spalle dei vincitori Ricchi e Poveri, ed ha raggiunto la vetta della classifica di vendite.

04) Alexia – Per dire di no (2003)

Ad un anno di distanza dalla mancata (e pronosticata) vittoria di “Dimmi come…“, Alexia torna in gara al Festival di Sanremo del 2003 con “Per dire di no“. Grazie a questa ballad soul, la cantautrice è riuscita a vincere la competizione canora.

05) Daniele Groff – Sei un miracolo (2004)

Daniele Groff torna al Festival di Sanremo nel 2004 per presentare in gara il brano “Sei un miracolo“, posizionatosi al 16° posto della classifica finale. Quella del 2004 rappresenta l’ultima partecipazione sanremese di Groff.

06) Luca Dirisio – Sparirò (2006)

Luca Dirisio ha debuttato al Festival di Sanremo del 2006 con il brano “Sparirò“. Nel pieno dei suoi anni d’oro, Dirisio ha proposto in gara una ballad che è stata, però, eliminata prima della serata finale. Nonostante l’eliminazione, il brano ha comunque avuto un discreto successo.

07) Giusy Ferreri – Ti porto a cena con me (2014)

Nel 2014 Giusy Ferreri torna in gara al Festival di Sanremo con la ballad “Ti porto a cena con me“, firmata da Roberto Casalino, che si è posizionata al 9° posto della classifica finale. Il brano ha avuto la meglio sul secondo proposto, dal titolo “L’amore possiede il bene“.

08) Fabrizio Moro – Portami via (2017)

Il ritorno in gara in grande stile di Fabrizio Moro risale al 2017, a dieci anni esatti di distanza dalla vittoria tra le Nuove Proposte con “Pensa“. Il brano presentato, “Portami via“, si è posizionato al 7° posto della classifica finale ed ha raggiunto la certificazione del doppio disco di platino.

09) Giovanni Caccamo – Eterno (2018)

La terza e, ad oggi, ultima partecipazione in gara di Giovanni Caccamo risale al 2018 quando ha presentato il brano “Eterno“. Impreziosito nella serata dei duetti dalla presenza di Arisa, il singolo si è posizionato al 10° posto della classifica finale.

10) Francesco Gabbani – Viceversa (2020)

Francesco Gabbani, già vincitore di Sanremo 2017 con “Occidentali’s karma“, è tornato nuovamente al Festival di Sanremo nel 2020 con “Viceversa“. Il brano, romantico ed appassionato, si è classificato al 2° posto alle spalle di Diodato e della sua “Fai rumore“.

Le puntate precedenti puoi trovarle qui (parte 1), qui (parte 2), qui (parte 3), qui (parte 4), qui (parte 5), qui (parte 6), qui (parte 7), qui (parte 8), qui (parte 9), qui (parte 10), qui (parte 11), qui (parte 12), qui (parte 13), qui (parte 14), qui (parte 15), qui (parte 16), qui (parte 17) e qui (parte 18).

Ascolta la nostra playlist su Spotify:

The following two tabs change content below.

Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

By Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.