Sanremo

Le canzoni del Festival di Sanremo che meritano di essere riascoltate

Continua il nostro viaggio attraverso le canzoni del Festival di Sanremo che, secondo noi, andrebbero riascoltate. Ecco le dieci canzoni selezionate per il ventesimo appuntamento di “Aspettando Sanremo“:

01) Betty Curtis / Wilma De Angelis – Nessuno (1959)

Le esordienti Betty Curtis e Wilma De Angelis hanno partecipato per la prima volta al Festival di Sanremo nel 1959 dove presentarono il brano “Nessuno“, posizionatosi all’8° posto della classifica finale. Entrambe le versioni hanno avuto un discreto successo ma il brano deve la sua vera fama alla personalissima versione di Mina, sempre del 1959.

02) Riccardo Del Turco / Antoine – Cosa hai messo nel caffè? (1969)

Cosa hai messo nel caffè?” è il brano che è stato presentato da Riccardo Del Turco, in coppia abbinata con Antoine, al Festival di Sanremo del 1969. Giunti in finale, i due artisti si sono posizionati al 14° posto. Nel 2013 Malika Ayane ha proposto una sua personale versione proprio a Sanremo durante la serata dedicata alle cover.

03) Decibel – Contessa (1980)

I Decibel di Enrico Ruggeri hanno partecipato al Festival di Sanremo del 1980 con “Contessa“. Il brano, giunto in finale, rappresenta ancora oggi il maggior successo della band.

04) Luca Barbarossa – Portami a ballare (1992)

Luca Barbarossa è tornato trionfante al Festival di Sanremo nel 1992 dove ha presentato in gara il brano “Portami a ballare“, risultandone vincitore. La canzone è interamente incentrata sul tema del rapporto tra madre e figlio adulto, ed è dedicata a sua madre Annamaria, che viene invitata nel testo a portare a ballare il figlio, “uno di quei balli antichi che nessuno sa fare più“.

05) Mario Venuti – Crudele (2004)

Il debutto da solista di Mario Venuti al Festival di Sanremo risale al 2004 quando ha presentato in gara il singolo “Crudele“.  Classificatosi al 10° posto, il brano si è aggiudicato il Premio della Critica Mia Martini ed ha avuto un buon riscontro commerciale e radiofonico.

06) Laura Bono – Non credo nei miracoli (2005)

La cantautrice Laura Bono ha partecipato, tra le Nuove Proposte, al primo Festival di Sanremo targato Paolo Bonolis, nel 2005. Grazie al brano “Non credo nei miracoli“, la Bono è riuscita a vincitore il girone e, secondo il regolamento di quell’anno, ha gareggiato anche per la vittoria finale, classificandosi al 5° posto.

07) Mango – Chissà se nevica (2007)

Chissà se nevica” è il titolo del brano con il quale Mango ha partecipato per l’ultima volta al Festival di Sanremo, nel 2007. La canzone si è posizionata al 5° posto della classifica finale. Da ricordare la bellissima esibizione insieme alla moglie Laura Valente durante la serata dei duetti.

08) Francesco Renga – La tua bellezza (2012)

Al Festival di Sanremo del 2012 Francesco Renga ha partecipato con il brano “La tua bellezza” che è riuscito ad imporsi nel mondo delle radio nel periodo post Festival. Ai fini della gara Renga, già vincitore nel 2005 con “Angelo“, si è posizionato all’8° posto.

09) Ex-Otago – Solo una canzone (2019)

Gli Ex-Otago di Maurizio Carucci hanno esordito al Festival di Sanremo nel 2019 con “Solo una canzone“, classificatosi al 13° posto durante la serata finale. Il brano ha raggiunto la certificazione del disco d’oro ed ha avuto un buon riscontro radiofonico.

10) Le Vibrazioni – Dov’è (2020)

Una delle partecipazioni più riuscite della band de Le Vibrazioni risale al 2020 quando ha presentato in gara il brano “Dov’è” che ha sfiorato il podio e si è posizionata al 4° posto della classifica finale.

Le puntate precedenti puoi trovarle qui (parte 1), qui (parte 2), qui (parte 3), qui (parte 4), qui (parte 5), qui (parte 6), qui (parte 7), qui (parte 8), qui (parte 9), qui (parte 10), qui (parte 11), qui (parte 12), qui (parte 13), qui (parte 14), qui (parte 15), qui (parte 16), qui (parte 17), qui (parte 18) e qui (parte 19).

Ascolta la nostra playlist su Spotify:

The following two tabs change content below.

Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

By Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.